Tag storie

L’affascino

Nella terra di Lucania una sottile linea separa il sacro dal profano e attraversa borghi, valli, montagne, foreste, laghi. Viene da molto lontano, dall’alba dei tempi quando culti arcaici regalavano illusioni e la magia saturava l’aria e la terra sussurrando…

Giacomino

A ridosso del campo sportivo, adagiata su un loggione, dolcemente al di sotto della carreggiata, spiccava un’insegna al neon, sullo sfondo bianco un logo rotondo con tre stelle dorate e un tricolore in diagonale con su la scritta “Italia”. Quella…

Il fontanino

Ci sono dei luoghi solcati da luci lievi, più o meno silenziosi, dove le persone dipingono storie, ricordi, critiche e amori, dove convivono visi corrugati e sbarazzini, spalle incurvate, labbra mute e sguardi furtivi malamente dissimulati. A Grumento, il posto…

Don Antonio. Umiltà e amore.

A volte basta un’occhiata per comprendere chi ti trovi davanti, per scovare un amico, un po’ come quando il sole risplende all’inizio di un nuovo giorno e allora sai che starai bene perché ti bagnerai nella sua luce. A volte…

Caterina

Il sorriso arricciato e impenitentemente imperfetto che Caterina regalava ai suoi ragazzi delle medie ballava il valzer di un’anima gentile che teneva sottobraccio mille nostalgie di una vita retta a metà nella bolla degli anni. Il fuoco dell’affettuosità non si…

Giovanni il postino

Un uomo marciava in silenzio, tutti i giorni, tra i vicoli di Grumento offrendo il petto al sole, al vento, alla pioggia, alla neve. Aveva il comando di una nutrita guarnigione di missive acquattate, come furetti selvaggi,  in una vissuta…

Nicola. Il Poeta

Sotto gli abeti che torreggiavano ricurvi sulla casa dei suoi genitori, ad un tiro di schioppo dal lago Pertusillo, protetto dal buio, se ne stava Nicola, in silenzio, ascoltando i suoi pensieri che turbinavano in un vortice di suggestioni. Offriva…

Mimì

Sotto il riflesso di una luce al neon, i pensieri di Mimì sgattaiolavano fuori, perdendosi tra cumuli di libri e appunti nella quiete di notti che si facevano sempre più corte. Era come Clark Kent, super eroe dalla doppia identità:…

Il Capellone

La luce del mattino non riusciva a fendere gli occhiali  modello aviator con montatura in rame che “il Capellone” indossava tutti i giorni quando divorava la strada conducendo la sua corriera parcamente sgangherata con la pioggia, con il vento e…

Carlino

Abilmente nascoste nella tasca dei pantaloni, tenute insieme da un elastico giallo, riposavano le carte napoletane di Carlino nell’attesa di uno sfidante pronto a intavolare partite di tressette, scopa, briscola. Si aggirava per il corso con l’immancabile polo e gli…