Tag mimmo toscano

Il futuro debole

E’  in atto oggi una guerra sotterranea e subdola che noi comuni cittadini combattiamo senza sapere di esservi partecipi, nell’imbarazzante silenzio di quei Paesi che da decenni contribuiscono a corrodere la scarsità di informazioni che superano le mura dei segreti…

Il ciuco di Mammona

L’angusta scalinata che conduceva ai ruderi del castello dei Sanseverino oltre ad ospitare qualche casamento arroccato su millenarie rocce, riservava una inaspettata e singolare sorpresa, un tesoro che ancora oggi si conserva intatto nella pietra: una stamberga celata dietro un…

La serenata

Quando le pallide nubi della sera preannunciavano, nei tiepidi giorni di primavera, una notte senza stelle e i capricci del vento davano occhiate distratte al borgo facendosi strada tra le case, diverse figure passeggiavano avanti e indietro come soldati in…

Quelli che guardano passare i treni.

Partiamo da un assunto semplice. La politica dovrebbe fare gli interessi dei territori e in termini economici e in termini sociali. Dovrebbe sviluppare idee, progetti, cavalcare intuizioni. Dovrebbe agguantare, senza mollare di un millimetro, ogni occasione a carattere lavorativo che…

Giuseppe

Quando le prime luci del mattino stavano per svelare i colori della Valle, un uomo già si faceva strada tra le voci della nebbia, sotto corridoi di alberi, accarezzando pietre millenarie e luoghi onirici per saettare con rapidità verso promesse…

L’affascino

Nella terra di Lucania una sottile linea separa il sacro dal profano e attraversa borghi, valli, montagne, foreste, laghi. Viene da molto lontano, dall’alba dei tempi quando culti arcaici regalavano illusioni e la magia saturava l’aria e la terra sussurrando…

Leggende in dialetto: il cane. U’ can’

M’chel er nù grann’ fat’hator’ e tutt quant u scienn’ truvenn’ p’cchè rav’ na man’ a gent ca t’nia b’suogn’. Nu juorn u’ chiama’h na v’cchiaredd cà t’nia rà s’stma’h nù poc’ r’ robb. M’chel s’acc’ri’h r’ fati’h e avia’h…