Giovanni il postino

Un uomo marciava in silenzio, tutti i giorni, tra i vicoli di Grumento offrendo il petto al sole, al vento, alla pioggia, alla neve. Aveva il comando di una nutrita guarnigione di missive acquattate, come furetti selvaggi,  in una vissuta tracolla in pelle. Giovanni faceva il postino e padroneggiava ogni centimetro delle campagne e del borgo, il suo cappello ceruleo avanzava deciso tra caffè e dolcini offerti dalle centinaia di famiglie che, quotidianamente, visitava. A volte il combattimento si faceva feroce tra salite scoscese tratturi sommersi dal fango e case fantasma ma, come un grande comandante, faceva tesoro delle avversità  portando a termine ogni missione. Persona dal sorriso affabile adorava guardare fuori, appena sveglio, il nuovo giorno che nasceva mentre i primi raggi del sole attraversavano la finestra baciandogli il viso, con l’aria soddisfatta  di chi sapeva di essere una colonna portante della propria comunità. Conosceva tutti, anche gli invisibili che di solito non lasciavano tracce del proprio passaggio, ne ricordava i profumi e le parole che si levavano come pigre foglie secche al vento. Quelle lettere  attraversavano un buio adespoto come quei vecchi dischi tirati fuori da polverose scatole di cartone, pronti a dare trepidazione, fluttuando quasi eteree in quel cammino inesorabile verso i destinatari. I ricordi affollavano la sua testa, i suoi occhi avevano visto lacrime che parevano un fiume impetuoso, felicità che potevano tagliarsi con un coltello, angosce e rimpianti, così le persone divenivano un’unica famiglia e le percezioni si mescevano in un caleidoscopio di emozioni che oscillavano come tanti, bisbetici, battiti. Giovanni, da saggio quale era, sapeva che su questo pianeta si gira una sola volta, per questo vedeva sempre il lato giusto delle persone, si legava ai momenti, a quei caffè e a quei dolcini che si portava dentro, in piedi, tutto il giorno, percorrendo la via più lunga per custodirli al meglio prima di perdersi nell’abbraccio della famiglia.   

 

 

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter

Leave a Reply