Leggende in dialetto: La strega “A stre’h”.

A stre’h

N’da nu vosh’ch’ scur n’g’ stav’ na femm’n ca  n’sciun’ avvcnav’ p’cché er’ na stre’h’. Canuscia’h ù riavul’ e ndò passav’ tutt’attuorn a iedd’ muria’h e r’vntava fridd. Quann iera nott, trasia’h n’dì cas’ e s’ purtav’ i criatur’ p’sì magnà. Parecch’ vot’ i femm’n rù pais, l’ acienn truvà  pan, sausicch’ e cas accussì s’ foss chien’ a panz e n’unz avess arrubbat a n’sciun’. Ma na nott scumpari’h na criatur’ e n’sciun avi’h u curagg’ r’ scì n’dù vosh’ch pà liberà. Allor, na femmn ress r’ cuc’na’h nù piatton’ r’ past e r’ n’gh mett’ v’cin na’ furcin’ zech, accussì a malign avess pers u’ tiemp p’ s’ magnà tutt’a past. Fec’ nott e a stre’h’ s’apprs’nta’h. Vri’h u’ piatt’ e s’ mtti’h a magnà, ma l’ n’g voll’ nu sacc r’ tiemp p’ f’rnisch u’ piatt. Nun’z accurgi’h ca stav facenn’ iuorn, accussì u’ sol’ a’ piglia’h a sacres e a fec’ r’vntà cen’r. Allor’ i paisan’ scenn’ a c’rcà a criatur’, a truvenn n’dà na grott’ e sa purtenn n’gas.

 

La strega

In un tetro bosco abitava una donna che nessuno osava avvicinare poiché era una strega. Conosceva il diavolo e dove passava lei tutto moriva e diventava freddo. Quando calava la notte, entrava nelle case e rapiva i bambini per nutrirsene. Molte volte, le donne del paese gli facevano trovare pane, salsiccia e formaggio in modo che si riempisse la pancia così da non portare via nessuno. Una notte scomparve una bambina ma nessuno trovò il coraggio di inoltrarsi nel bosco per liberarla. Allora una donna suggerì di preparare un enorme piatto di pasta e di metterci vicino una piccola forchetta, in modo che la maligna perdesse tempo per mangiarla. Giunse la sera e la strega si presentò. Notò il piatto e iniziò a mangiare, ma le ci volle molto tempo per finirlo. Non si accorse che stava facendo giorno, così fu sorpresa dal sole che la incenerì. Allora i paesani si misero a cercare la bambina, la trovarono in una grotta e la riportarono a casa.

 

0/10

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter

Leave a Reply